Case Studies

Dall'iniezione plastica alla pressofusione in zama

“Siamo una startup davvero piccola. Dynacast ci ha assicurato di arrivare sul mercato in tempo.” - Andrea Perdomo, Revolar

Un pulsante magico

In situazioni di vulnerabilità, la differenza tra sentirsi impotenti ed essere sicuri può ridursi a una sola domanda: con quale rapidità potresti chiedere aiuto a qualcuno, se ne avessi bisogno?

La maggior parte delle persone porta con sé lo smartphone quando esce di casa. Ma utilizzarne uno per un’emergenza in situazioni impreviste non è esattamente istantaneo.

Armeggiare con un tastierino, chiamare un numero di emergenza e spiegare la potenziale minaccia può essere difficile in momenti carichi di adrenalina, per non parlare della confusione sulla posizione precisa del soggetto.

Questa complessità è ciò che ha portato i co-fondatori di Revolar, Jacqueline Ros e Andrea Perdomo, entrambi parenti stretti di persone sopravvissute a un pericolo personale traumatico, a un’epifania condivisa.

“Se solo avessero avuto un “pulsante magico” da premere per farci sapere che avevano bisogno di aiuto, avrebbero potuto evitare tutto questo”, afferma Perdomo. 

E così è nato il dispositivo di sicurezza Revolar. Agganciato a portachiavi, zaini o borsellini, un clic invia un check-in di “via libera” ai contatti scelti, mentre altri clic aumentano la priorità dell’urgenza, in modo che i contatti possano aiutare o inviare i primi soccorritori.

La coppia ha avviato la propria startup, l'ha finanziata con una campagna Kickstarter e ha ottenuto finanziamenti esterni, prima di ottenere l’ambito spazio sul mercato per il loro dispositivo di prima generazione su Brookstone, Target, Amazon e BestBuy.

Tuttavia, mesi di test hanno rivelato che i consumatori volevano un prodotto di seconda generazione con un fattore di forma più piccolo e di qualità superiore, che si adattasse perfettamente al loro stile di vita. I consumatori volevano che il tasto fosse meno simile a un dispositivo e più simile a un accessorio.

Moda manifatturiera

Per giungere alle specifiche ideali, Dynacast ha assistito Revolar con sessioni DFM (design for manufacturing) discutendo processi, materiali e finiture.

“Questo dispositivo di nuova generazione aveva bisogno di una parte più resistente”, afferma Dan Taylor di Dynacast. “Avevamo bisogno di una sensazione di qualità più elevata, che molti dei nostri clienti apprezzano, di un componente metallico più pesante nella loro mano, perché sembra molto più resistente delle parti in plastica.”

La raccomandazione di Dynacast è stata la zama, che per le applicazioni di pressofusione può essere resa più sottile, più complicata e più complessa, anche in dimensioni incredibilmente piccole.

Case study di Dynacast | Revolar Instinct

Progettare fino alla fine

“Avevamo una ‘ricetta’ di trattamento per la finitura di questo componente, che fosse sabbiatura o pallinatura con microsfere, poi l’aggiunta di diversi tipi di rivestimento con rame-nichel”, afferma Taylor di Dynacast. Ma Revolar non aveva ancora confermato il trattamento finale

Poi hanno visitato lo stabilimento di Dynacast a Batam, in Indonesia, dove hanno osservato alcune parti di portachiavi per autoveicoli che avevano le stesse dimensioni del design di Revolar. Dice Taylor: “A loro sono piaciuti i componenti, che erano belli e piccoli e la finitura, che era una cromatura satinata molto elegante. Hanno detto: "Questo è ciò che vogliamo."

E' servito del tempo per iniziare la costruzione dello stampo, proprio perché il design si stava evolvendo in modo così significativo attraverso test e prove. Andrea Perdomo dice: “Abbiamo chiesto a Dynacast di accelerare la produzione dello stampo e altri fornitori non avrebbero potuto soddisfare tale richiesta. Siamo una startup davvero piccola. Dynacast ci ha assicurato di arrivare sul mercato in tempo.”

Alla fine, la filosofia della libertà del design adottata da Dynacast è stata un grande vantaggio: non solo per il rispetto di scadenze stringenti, ma anche per la flessibilità delle finiture che Revolar desiderava, per realizzare un dispositivo che i suoi clienti sarebbero stati lieti di indossare abitualmente.

“Il nostro prodotto è bello, funzionale ed economico”, afferma Perdomo. “E ciò è dovuto in gran parte all’esperienza di Dynacast.”

Se sei alla ricerca di una partnership che ti aiuti ad applicare nuovi strumenti e tecnologie, o a realizzare appieno la tua visione di progettazione, lascia che ti aiutiamo a far progredire la tua attività, contatta oggi stesso il nostro team per iniziare la conversazione.

Scarica il Case study

Case study sulla pressofusione | Revolar Instinct | Società di pressofusione
comments powered by Disqus
 

©2021 Dynacast. All rights reserved

Last updated 03.04.2021